Skip to content

Sviluppo, salute e felicità: quando i cittadini sono meglio dei “saggi”

2 aprile 2013

campagnasabina

Leggo i nomi dei grandi “saggi” che dovrebbero salvare il paese dalla tragedia (dicono loro…) dell’ingovernabilità e non posso non notare il contrasto tra questi esseri che sembrano venire dal pianeta Nibiru e tutto il resto degli abitanti che popolano la Terra (o quantomeno Roma e provincia…).

Ieri ho passato la Pasquetta a Palombara Sabina ed ho vissuto un giorno di ordinaria buona politica, fatta da un gruppo di normali cittadini. Senza soldi pubblici, grazie soltanto alla buona volontà e allo spirito di iniziativa, si è messa in pratica una politica di: 1) sviluppo e sostegno all’economia locale, 2) prevenzione e difesa della salute pubblica.

Felice, insieme al suo gruppo, ogni anno organizza decine di corse podistiche in giro per i paesi della Sabina, promuovendo i prodotti locali (in particolare lo strepitoso olio DOP) e facendo fare attività fisica a migliaia di persone.

Grazie a questa semplice politica, frutto di sano volontariato, tutti ci guadagnano. I negozianti che sponsorizzano la manifestazione si fanno conoscere e pubblicizzano la propria attività: norcinerie, frantoi, agricoltori, conciatori offrono i propri prodotti nei pacchi gara e come premio a chi arriva al traguardo. I partecipanti trascorrono una giornata all’aperto divertendosi, facendo attività fisica e riempiendo il carrello della spesa con prodotti sani e a chilometri zero. Il bello è che non è necessario essere degli atleti professionisti per partecipare: anche i “non competitivi” possono iscriversi, partendo mezz’ora prima di chi corre e facendo una piacevolissima passeggiata tra vigneti e uliveti.

Ieri, per fare un esempio concreto, il pacco gara comprendeva un uovo di Pasqua da un chilo, la colazione al bar del paese ed il pranzo preparato da una ditta locale di catering. I premi, invece, prevedevano litri e litri di olio DOP della Sabina, biscotti fatti in casa da forni locali e altri prodotti alimentari del posto.

Invece di passare un’ora in fila al supermercato per comprare un uovo da 150 grammi della Kinder (con tutto il rispetto per l’uovo della Kinder…), grazie alla buona politica dal basso realizzata da Felice, allo stesso prezzo abbiamo passato una giornata all’aperto tornando a casa con un uovo 7 volte più grande (e un litro di olio, i biscotti, un pranzo con pasta fatta in casa e salsicce alla brace e vino locale).

Leggo invece che la pessima politica dall’alto realizzata dai super tecnici, dai sedicenti esperti superpagati da noi, non sa fare altro che riproporre l’inutile social card: non fanno nemmeno la fatica di cambiargli nome e la presentano come la “carta acquisti bis”.

Come ha detto recentemente un parlamentare a 5 stelle: noi siamo giovani e inesperti ma se voi siete i tecnici, se voi siete i cosiddetti esperti, non abbiamo dubbi sul fatto che i cittadini nelle Istituzioni sapranno fare molto meglio!

Annunci

From → Ambiente, Economia

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: