Skip to content

Le prime 3 priorità per Roma

9 maggio 2013

schede_programma_m5s

Ieri sono stato ospite di RomaUno, ho avuto l’onore di partecipare alla trasmissione Metropolis come rappresentante del Movimento 5 Stelle (ne sento ancora l’emozione!). La prima domanda alla quale sono stato chiamato a rispondere è stata quali fossero le nostre tre priorità per Roma.

La verità è che non si può rispondere correttamente a questa domanda, perchè le priorità sono molto più di tre. Citarne solo tre, comporta le inevitabili critiche di chi, giustamente, farebbe notare “e allora questa non è forse una priorità”?

In una città nella quale una ragazza non può uscire tranquillamente la sera, perchè la metropolitana di Anagnina dopo le 21 diventa un luogo pericoloso, la sicurezza non è forse una priorità?

In una città nella quale i giovani (e non solo) non hanno un’occupazione, il lavoro non è forse una priorità?

In una città nella quale chi ha la fortuna di lavorare, deve passare un’ora nel mezzo privato per andare in ufficio (e un’ora per tornare a casa), perchè altrimenti con i mezzi pubblici ne impiegherebbe due, la mobilità non è forse una priorità?

In una città nella quale chi è costretto ad usare il mezzo privato, deve difendersi ad agni semaforo dall’assalto di un esercito di lavavetri e, in ogni parcheggio, dalle minacce di un esercito di parcheggiatori abusivi, la legalità non è forse una priorità?

In una città nella quale centinaia di migliaia di persone hanno votato per avere una gestione pubblica dei servizi locali, mentre il servizio idrico è gestito da una società quotata in borsa che ha l’obiettivo di produrre utili e distribuire dividenti, l’acqua pubblica non è forse una priorità?

In una città nella quale rischiamo ogni giorno di ritrovarci sommersi nella nostra spazzatura, perchè l’Europa ci sta urlando di chiudere le discariche, rifiuti zero non è forse una priorità?

In una città nella quale non si vede in strada neanche una carrozzina elettrica, perchè non ci sono gli spazi per il loro transito, la mancanza di assistenza alla disabilità non è forse una priorità?

In una città nella quale dove meno del 10% dei bimbi da 0 a 4 anni ha la possibilità di trovare posto negli asili comunali, gli asili nido non sono forse una priorità?

In una città nella quale le leggi comunali sulle attività commerciali rendono ancor più difficoltoso il rispetto delle già troppo complicate leggi nazionali, le semplificazione non è forse una priorità?

In una città nella quale gli impianti sportivi comunali sono in gran parte sconosciuti ai cittadini e, comunque, dati in gestione ad altri enti, lo sport per tutti non è forse una priorità?

Mi fermo ma, sia chiaro, questo elenco è tutt’altro che esaustivo.

Stiamo lavorando intensamente per continuare a raccogliere le indicazioni di comitati, cittadini e associazioni e farci trovare pronti a tradurle, nel minor tempo possibile, in provvedimenti da presentare all’Assemblea Capitolina. Queste sono le prime schede programma.

Stiamo continuando ad integrarle, continuiamo insieme!

Annunci

From → Programma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: