Skip to content

Un video che vale più di mille parole: la differenza tra la politica dei cittadini e l’anti politica degli onorevoli

7 agosto 2013

La scorsa settimana in Parlamento si è votato il decreto che riguarda l’Ilva di Taranto. La Presidente di turno introduce la votazione degli emendamenti presentati dal Movimento 5 Stelle, preannunciandolo

con parere positivo di Relatore e Governo

Accade che tutti votano a favore. Questi significa che il Senato approva gli emendamenti del M5S. Dopo dei lunghi, interminabili attimi di panico (e di silenzio), il Presidente si accorge di aver combinato un guaio e riprende la parola per annullare la votazione e riaprirne una seconda:

No aspettate, fermi! Ho commesso io un errore. Riapro la votazione, con parere contrario di Relatore e Governo

Sapete come vota il Senato? Ovvio: il Senato non approva! Gli emendamenti sono gli stessi, ma dieci secondi prima erano stati presentati “con parere positivo del Governo” mentre ora sono presentati “con parere negativo del Governo”. I parlamentari della maggioranza PD/PDL votano letteralmente alla cieca, senza neanche conoscere il contenuto di ciò che sono chiamati a giudicare.  Come fa notare immediatamente il Senatore Santangelo:

l’errore ha fatto vedere la modalità di voto di questa maggioranza. Non entra nel merito della qualità degli emendamenti ma vota secondo una regia che gli italiani devono capire

La regia è quella del partito unico PD-PDL, che ancora una volta dimostrano di essere fatti della stessa, putrida, pasta. Dopo aver visto questo video, chi potrà continuare a credere che questa destra e questa sinistra non sono la stessa cosa? Chi potrà continuare a negare che il loro unico interesse è mantenere la poltrona, che il loro unico pensiero è difendere questa oscena alleanza votando dei provvedimenti solo sulla base del “parere del Governo” e senza nemmeno sapere di cosa parlano? Chi potrà continuare a negare che un Parlamento così è un luogo inutile e senza senso?

Come si vede nel video, solo i parlamentari del M5S hanno votato nello stesso modo sia nella prima che nella seconda votazione: ai cittadini liberi non importa se il parere del Governo è positivo o negativo, i cittadini liberi entrano nel merito di ogni proposta e votano coerentemente con gli interessi dei cittadini liberi ed i contenuti delle singole proposte. Gli onorevoli, invece, guardano solo agli interessi del partito unico e votano come automi incapaci di intendere e di volere. Ma allora, che senso ha la loro presenza in aula? E, soprattutto, che senso ha continuare a votare per il PDmenoL o il PDL? Agli italiani l’ardua sentenza.

Per la cronaca, gli emendamenti del M5S erano volti all’applicazione di sanzioni pecuniarie più aspre in caso di gravi violazioni ambientali accertate dall’Ispra.

Annunci

From → Ambiente, Parlamento

2 commenti
  1. gaetano permalink

    Schifosamente ridicoli.-

    Mi piace

  2. dario de marchi permalink

    così si spiegano tante cose della politica e non solo ( temo ad esempio che anche la giustizia funzioni così, ed a scanso di equivoci non sto pensando ai casi di Berlusconi). Peccato che per M5S il tema della giustizia risulti un tantino marginale, ci sarebbe molto da dire e da fare , a partire dal rendere trasparente e visibile la triste e vergognosa realtà delle aule giudiziarie e di tutto ciò che vi è a monte,
    Questa prassi degli ordini che giungono dall’alto è l’antitesi della democrazia , anzi mi ricorda tanto la mafia… Ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: