Skip to content

Se uno non rispetta la regola…

4 settembre 2013

vietatofarefoto

Recentemente sono stato in visita a delle grotte sotterranee. Nell’area esterna erano presenti, in bella mostra, numerose copie di un cartello inequivocabile e, una volta entrati, la prima frase pronunciata dalla guida è stata dedicata al chiarire che “nelle grotte è vietato scattare fotografie”.

Dopo 10 minuti dall’inizio della visita, e dopo i primi flash che hanno illuminato la scena, una voce echeggia nel buio della grotta:

io la volevo rispettare la regola ma se tutti fanno le foto, allora le faccio pure io

Ebbene, questa è l’essenza del “ragionare comune”: è evidente, infatti, che il (non) rispetto delle regole è contagioso. Esempi come questo si possono osservare ovunque, e in qualunque momento: se tutti buttano rifiuti per terra, allora lo posso fare anche io; se tutti parcheggiano in doppia fila, allora lo posso fare anche io.

Una stessa persona tende a rispettare le regole, in un mondo dove tutti lo fanno, oppure ad infrangerle, se tutti se ne fregano.

Per questo motivo i politici, che sono cittadini molto più esposti della media, devono dare il buon esempio e fornire dei modelli esemplari verso i quali guardare.

Per questo motivo, i politici che sono stati condannati per aver commesso dei reati, devono essere allontanati dal Parlamento.

Per questo motivo, chi ha commesso dei reati, deve essere dichiarato ineleggibile.

Questo lo dice il buon senso, lo dice l’evidenza dei fatti e lo dice anche la legge. Solo che se uno non rispetta la regola…

Annunci

From → Generale, Parlamento

3 commenti
  1. Luigi Plos permalink

    se si tratta delle grotte di San Canziano in Slovenia, anch’io ho fatto foto all’interno, pur essendo vietato.
    Penso che la regola di non fotografare non sia giusta: proibire di scattare foto di un posto magico dopo aver peraltro pagato un cospicuo biglietto d’ingresso è solo per tutelare eventuali guide illustrate, di cui si fa peraltro sempre meno uso.
    Cosi come lo Stato impone numerose regole anche immorali, che personalmente non trovo sbagliato violare, visto che tendono a tutelare categorie di persone specifiche e l’autoperpetuazione della burocrazia come è adesso.

    Il problema delle regole è in effetti complesso, e gli italiani dovrebbero avere un sistema di valori condiviso, che permettesse loro di darsi e di rispettare regole giuste…ma qui entriamo nel filosofico…

    Mi piace

Trackbacks & Pingbacks

  1. Corsie preferenziali usate come aree di scarico merci | Blog di Angelo Diario
  2. Il rispetto delle regole è contagioso | Blog di Angelo Diario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: