Skip to content

Banche tradizionali, se le conosci le eviti (2)

8 maggio 2014

fiduciabanche

Parlando di banche, mi è tornato in mente un altro episodio degno di nota. La protagonista della vicenda stavolta è un’amica, che avendo un po’ di risparmi da parte ha pensato di acquistare dei titoli di Stato. 

Mi ha scritto per chiedere un parere su quanto le è accaduto (lavorando nella Direzione del Debito Pubblico, ogni tanto vengo chiamato in causa dagli amici…):

[…] purtroppo non ho fatto in tempo a prenotare  i BTP in asta, quindi mi sono recata presso la banca dove ho il conto per chiedere di acquistarli sul mercato. Ho parlato con un impiegato che mi ha detto che  adesso non conviene più comprarli, essendo il loro prezzo molto alto (ieri era 99,20). […]

Ho l’impressione che la banca non sai tanto interessata a questa operazione quanto, invece, a vendere qualche altro prodotto come mi hanno suggerito. […]

Ovviamente, l’impressione è corretta.

L’impiegato in questione, come ogni impiegato presso una banca privata, non si preoccupa dei risparmi della cliente che ha di fronte quanto piuttosto del suo stipendio, che dipende dalle provvigioni pagate dalla banca (più o meno direttamente) sui prodotti finanziari venduti.

Poichè la banca non guadagna praticamente niente tramite l’intermediazione dei titoli di Stato, mentre guadagna molto tramite i propri prodotti finanziari, l’impiegato in questione deve “spingere” i secondi e sconsigliare i primi.

La convenienza di cui parla l’intermediario, quindi, è la sua e non quella della risparmiatrice.

Per non farsi fregare le soluzioni sono due: una più impegnativa, ovvero essere sempre informati, una molto più semplice, ovvero una banca pubblica.

Purtroppo l’Italia non ha una sola banca interamente pubblica. La Banca d’Italia è una società per azioni totalmente privata, le cui quote sociali, caso unico nelle ex banche d’emissioni europee attualmente socie della BCE, sono detenute solo da alcuni gruppi bancari ed assicurativi, anch’essi privati.

Se siete curiosi, potete andare sul suo sito e guardare chi sono i partecipanti al capitale.

Se volete andare #oltre, pensate a chi ha governato in Italia negli ultimi 30 anni ed ha permesso tutto ciò.

Annunci

From → Economia

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: