Skip to content

L’opposizione a tutti i costi e Mafia Capitale generano un mostruoso sonno della ragione

15 gennaio 2018

La scorsa settimana è stata approvata una mozione in conseguenza della quale Roma Capitale applicherà anche agli eventi sportivi di cui il Comune è promotore la selezione degli organizzatori tramite procedure ad evidenza pubblica.

Di fatto non si tratta di una scelta politica ma di una vera e propria scelta obbligata, tenuto conto del fatto che:

  • in tutto il mondo ogni “maratona della città di” si corre una volta l’anno;
  • in tutta Italia le norme Federali prevedono una maratona per ogni città;
  • in Italia il legislatore nazionale prevede procedure ad evidenza pubblica per l’affidamento dell’organizzazione di eventi;
  • a Roma sono state formalizzate ufficialmente più richieste di organizzare l’evento “maratona della città di”.

E infatti questa è la conclusione alla quale è giunto anche il Comitato costituito da Roma Capitale e Federazione Italiana di Atletica Leggera che, nel lontano 1994, promosse l’organizzazione della prima Maratona di Roma dell’era moderna.

Il gioco dei ruoli che porta le minoranze ad opporsi sempre e comunque alle decisioni della maggioranza, ha portato alcune voci di sinistra a trovare motivazioni illogiche e contraddittorie. 

Ad esempio il consigliere Antongiulio Pelonzi, che ad onor del vero considero persona seria (quindi sono doppiamente stupito), ha dichiarato che:

la mozione M5S che prevede di attivare procedure ad evidenza pubblica per eventi sportivi di grande rilevanza pubblica altro non è che un colpo di mano contro Maratona di Roma.

Per una forza politica che aveva nella trasparenza e nella legalità i principali valori antiberlusconiani questo significa semplicemente rinnegare il proprio passato. Chissà dove è finita quella sinistra? 

La consigliera Svetlana Celli ha invece motivato il suo voto negativo con questa argomentazione:

L’ANAC in un suo recente parere ha sottolineato che i servizi di “promozione e organizzaziome di manifestazioni sportive” debbano essere affidati nel rispetto delle disposizioni del Codice degli appalti (ndr si chiama “Codice dei Contratti”, di cui gli appalti sono un sottoinsiene).

Di conseguenza, se l’amministrazione comunale vuole organizzare direttamente una manifestazione, deve emanare un apposito bando per l’individuazione del soggetto organizzatore.

[…] Principi che condividiamo pienamente. Per questo, per coerenza e legittimità degli atti, ci aspettiamo che TUTTI gli organizzatori di manifestazioni sportive su aree pubbliche siano selezionati per bando.

Facendo un altro esempio, con questa motivazione la consigliera sarebbe contraria alla proposta di riasfaltare via Cristoforo Colombo perché, per coerenza e legittimità,  vorrebbe che fossero riasfaltate tutte le strade della città. In tal caso la forzatura logica è ancora maggiore perché menrre ogni comune vorrebbe le proprie strade (tutte!) senza buche, nessun comune al mondo vuole organizzare tutte le manifestazioni podistiche che si corrono sul proprio suolo e, naturalmente, neanche Roma.

Infine c’è la deputata Laura Coccia, che pur non essendo costretta a motivare niente, di sua spontanea volontà ha sentito il bisogno di regalarci questa dichiarazione:

Da una parte si rischia che importanti eventi sportivi della Capitale (la Maratona, tanto per citare il più grande e il più importante) dati i tempi stretti per l’effettivo espletamento della gara in tutte le sue parti, slittino del tutto. E, dall’altra parte, che per altri grandi eventi decida solo il M5Stelle, scegliendo senza alcun criterio nè obbligo come gestirli e a chi affidarli.

Qui siamo di fronte a una perla: si critica il M5S perché adotta il bando e, contemporaneamente, lo si critica perché non adotta il bando. Delle due l’una: o M5S sbaglia nel caso della maratona (e allora fa bene nell’altro) o sbaglia negli altri casi (e allora fa bene con la maratona). 

Non contenta, la deputata Coccia si lanciata in una ultima consoderazione sulla quale non posso fare finta di niente:

Perché questo doppio canale? Il suolo “pubblico” non lo è sempre? È solo l’ennesimo colpo basso allo sport romano e alla sua Maratona, per esempio, che in questi anni è cresciuta come partecipanti, immagine e prestigio portando un indotto alla città di più  di 30 mln di euro? Oppure dobbiamo pensare che ci sia altro?

Bene, a questa provocazione gratuita rispondo abbassandomi allo stesso livello di signorilità e constatando che, evidentemente, per chi ha avuto Mafia Capitale in casa, non è proprio possibile liberare la mente dai fantasmi della corruzione e del malaffare.

E allora dico, a chi ancora fa pensieri strani, di stare sereni, perché nonostante possa sembrare impossibile una politica pulita oggi esiste. I nostri unici interessi sono quelli dei cittadini (quelli con la “c”, e non quelli con la “C” o quelli con la “M”) e non facciamo accordi con nessuno. Gli esperti, da questo punto di vista, e spero solo per il passato, resterete sempre solo voi.

Annunci

From → Generale

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: