Skip to content

La valutazione di un investimento pubblico da 5 miliardi di euro

9 settembre 2016

roma2024home

Premesso che gli annunci li fa la Sindaca, mentre i consiglieri esprimono pareri tecnici, raccolgo alcuni stralci delle note scritte a giugno su un progetto tecnico che, a scanso di equivoci lo ribadisco ulteriormente, può essere modificato. Io ho espresso un parere su questo progetto, sarà la Sindaca ad annunciare se il tempo per presentarne uno migliore è scaduto.

Ricordo anche quanto da lei dichiarato in campagna elettorale: “le Olimpiadi non sono una priorità per la città”. Queste parole stavano a significare che, poiché eravamo consapevoli dei tanti problemi che ci saremmo trovati affrontare, non avremmo potuto lavorare anche per migliorare il progetto elaborato dal comitato per la candidatura olimpica.

Questo è quanto sta accadendo. Se arriverà un altro altro progetto non lo sappiamo, sarà in ogni caso la Sindaca a decidere quanto restare in attesa e quando fare l’annuncio.

9 GIUGNO – ROMA 2024, ALCUNI DUBBI SUL PROGETTO

Previsioni sui costi
A pagina 6 dell’executive summary si legge che gli investimenti previsti per la realizzazione delle Olimpiadi ammontano a 5,58 miliardi di euro, ai quali vengono sottratti gli investimenti pubblici già programmati per il periodo 2017-2023 per Roma e il Lazio (pari a 4,03 miliardi). A questi si aggiunge un 35% per possibili “imprevisti” ed altre voci che fanno arrivare la stima dei costi totali (presentata in Tabella 2) a 4,2 miliardi.
Secondo noi queste previsioni sono troppo ottimistiche. Anche tralasciando i casi più disastrosi come Atene 2004, per cui si era prevista una spesa di 1,6 miliardi e se ne sono spesi 16, tutti i giochi hanno riportato dei costi finali pari ad almeno il triplo di quelli stimati inizialmente. Volendo essere quindi ottimisti e ipotizzando che i nostri standard saranno pari a quelli dei migliori organizzatori, i costi finali saranno pari a circa 16 miliardi. Togliendo i 4 miliardi già programmati, si arriva a un costo di circa 12 miliardi di euro.

Previsioni sui benefici
Sempre a pagina 6 si possono analizzare le previsioni sulle entrate. Il documento stima che i benefici economici derivanti dall’organizzazione dei giochi saranno pari a 7,1 miliardi di euro, mentre a pagina 7 si legge che l’effetto sull’occupazione consisterà nella creazione di 8 mila nuovi posti di lavoro per 6 anni.
Anche in questo caso i dubbi riguardano l’eccessivo ottimismo. Lo stesso tipo di stime effettuate dal MEF, ad esempio, fa ricorso a parametri molto inferiori, producendo di conseguenza risultati di un ordine di grandezza significativamente ridotto. Il ricalcolo di tali valori ci porta a stimare benefici pari a circa 6 miliardi di euro.

Scenari di riferimento
Il progetto presenta tre diversi scenari (Tabella 2 a pagina 6): quello considerato più probabile, uno ottimistico ed uno pessimistico. Inspiegabilmente, tutti e tre gli scenari non presentano differenze dal punto di vista dei costi.
Qui non si tratta di dubbi ma di certezze: evidentemente il modello è costruito in maniera sbagliata, non si può avere una identica previsione per tre scenari diversi.

1o GIUGNO – IMPATTO OCCUPAZIONALE

roma2024impattooccupazionale

Le Olimpiadi porteranno davvero 170 mila nuovi posti di lavoro? La valutazione economica presentata dal Comitato Roma 2024 parla in realtà di 8 mila nuovi posti di lavoro, che tra l’altro saranno solo temporanei e non permanenti.

Per la precisione, durante il periodo di cantiere (6 anni) con le Olimpiadi si stimano 29.500 nuovi posti di lavoro ogni anno, senza le Olimpiadi se ne stimano 21.500: la differenza netta è, appunto, 8 mila.

Forse, aggiungo, con tutti quei miliardi si può ottenere un risultato un tantino migliore…

14 GIUGNO – IMPIANTI ESISTENTI

roma2024impiantiesistenti

Nel dossier si prevede, erroneamente, che i costi da sostenere saranno bassi perché il 70% degli impianti sono già stati realizzati.

Ad esempio, tra gli impianti esistenti viene citato quello di “Villa Ada”: una pista per mountain bike con 25 mila posti in piedi e 2 mila posti seduti. Chi conosce Villa Ada sa perfettamente che non esistono spalti da 2 mila persone, né piste da mountain bike: bisogna costruirli, ovvero spendere soldi non previsti. Ancora, tra gli impianti esistenti viene citato lo stadio delle “Terme di Caracalla”, con 3 mila posti a sedere. Chi conosce l’impianto sa che l’unica tribuna esistente è inagibile, secondo il progetto è “existing”.

Annunci

From → Economia, Generale, Sport

One Comment
  1. La questione olimpiadi, e la posizione al riguardo del M5S pensavo fosse più che definita già nel programma elettorale, anche se il no aveva un tono non perentorio e non pregiudiziale, più che altro a significare che le priorità erano tutt’altre..Le analisi dei costi/benefici riportate confermano che Roma non è pronta e che non esiste un progetto affidabile dal quale ricavare una valutazione esatta dei costi.Cosa aspetta ora l’amministrazione ad archiviare la pratica, visto che le priorità di intervento si stanno prospettando ancora più problematiche e di lenta risoluzione del previsto?
    La sindaca dovrebbe posticipare e condizionare la riapertura del discorso, ponendolo in coda alla avvenuta risoluzione dei problemi prioritari, senza lasciarsi tirare la giacchetta e distrarre da chi ha interessi (personali e corporativi) a fare le olimpiadi.a tutti i costi. Quindi la sindaca prenda coraggio ci metta un bel punto, e si concentri sulle priorità..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: