Vai al contenuto

Presentazione del SUAS – Sportello Unico Attività Sportive

26 novembre 2020

Durante la Commissione sport del 25 novembre è stata effettuata una simulazione di compilazione della scheda di rilevamento statistico tramite il SUAS (Sportello Unico per le Attività Sportive), un portale dedicato a diversi servizi on-line erogati dal Dipartimento Sport e Politiche Giovanili/U.O. Gestione e Sviluppo Impiantistica Sportiva ai concessionari di Impianti Sportivi Comunali, agli operatori economici, alle associazioni sportive, ai cittadini. 

A causa di problemi tecnici, la registrazione è partita dopo qualche minuto, fortunatamente il video inizia proprio nel momento dell’autenticazione (la parte mancante sono gli interventi introduttivi dei Commissari e dell’Assessore). Approfitto per ringraziare il Tennis Team Vianello per aver dato la disponibilità ad effettuare la prova.

Preliminarmente è stato evidenziato che, per quanto alcuni dei dati potrebbero essere già in possesso dell’Amministrazione, il loro inserimento è necessario al fine di creare una banca dati “validata” dai concessionari stessi. Il sistema memorizza tutti i dati che vengono immessi, di conseguenza gli invii successivi al primo saranno più semplici. 

Durante l’illustrazione è stato spiegato che quando il programma indica un problema tramite un segnale di alert grigio (un punto esclamativo dentro un triangolo), esso non corrisponde a un elemento bloccante ai fini della procedura. Questo segnale indica la mancata immissione di dati non ritenuti obbligatori dal sistema e che, quindi, non precludono l’invio della domanda. Gli alert bloccanti sono invece quelli evidenziati in rosso (un punto esclamativo grassetto).

All’interno della procedura è presente frequentemente il comando info (segnalato con una “i”), che fornisce spiegazioni e chiarimenti. 

La compilazione della scheda statistica rientra tra gli obblighi del concessionario di cui all’art. 17 del Regolamento (DAC n. 11/2018 e s.m.i.). In caso di mancato invio, il Dipartimento Sport programmerà delle attività ispettive presso gli impianti. Le informazioni richieste sono maggiori rispetto al passato, in quanto il Dipartimento ha voluto effettuare tramite questa rilevazione la raccolta delle informazioni che saranno necessarie a lavorare le istanze presentate dai concessionari relativamente all’installazione di strutture temporanee, alla riconversione delle superfici, alle richieste di prolungamento delle concessioni in seguito alla pandemia ancora in corso. Per velocizzare le pratiche, ed evitare di dover attendere l’invio di determinate informazioni, tutte le richieste sono state fatte confluire in questa unica rilevazione.

Nel corso della seduta è stato proposto di concedere una ulteriore proroga di 15 giorni alla scadenza per inviare i dati, che è dunque slittata al 15 dicembre.

Nel rinviare alla visione della registrazione tutte le informazioni utili ai concessionari, sintetizzo le ulteriori osservazioni emerse durante la seduta:

  • il programma non contiene formule automatiche che possano effettuare calcoli poiché ogni dato deve essere comunicato direttamente dall’utente in qualità di autocertificazione; 
  • nella sezione dedicata ai dipendenti non è presente la scheda con le somme versate per i contributi, tuttavia si tratta di un dato non indispensabile poiché per tali informazioni si fa riferimento al DURC;
  • attualmente nella sezione riguardante la gestione diretta delle attività sportive, si devono inserire i corsi che hanno una frequenza superiore alle 2 lezioni settimanali previste dalle tariffe comunali, tuttavia nel caso del tennis, ad esempio, ogni lezione viene integrata con la preparazione fisica quindi la durata sarà inevitabilmente superiore ad un’ora, come previsto invece dalle tariffe comunali, a tale proposito occorrerà implementare la sezione “Note” (di prossima implementazione) al fine di poter prevedere orari diversificati  rispetto al modello fornito;
  • sono state riscontrate difficoltà nell’inserimento degli orari di apertura al pubblico delle strutture, in particolare nel caso in cui ci sono degli orari differenziati durante la settimana, anche in questo caso si potranno inserire nelle “note”;
  • all’interno della scheda vengono richiesti dati relativi a costi e ricavi della struttura, nulla viene chiesto riguardo la situazione patrimoniale (es. rate di mutuo), perché gli uffici hanno bisogno solo dei dati relativi alla concessione ed all’impianto, tutte le altre informazioni possono essere eventualmente inserite nella sezione note;
  • nelle dichiarazioni finali si deve asseverare che i valori delle entrate e delle uscite corrispondono esattamente alle risultanze contabili ed ai documenti fiscali emessi dai fornitori di beni e servizi, tale condizione è soddisfatta per le SSD e le ASD che gestiscono un solo un impianto ma non per quelle che gestiscono anche altri impianti (i cui dati non devono essere comunicati) ed hanno comunque un bilancio finale unico, non separato per centri sportivi .

From → Articoli

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: